Primo anniversario terremoto 25 Aprile 2015

Primo anniversario terremoto 25 Aprile 2015

Oggi, ieri secondo il calendario Nepalese, è il primo anniversario dal potente terremoto che ha devastato parte del Paese. E’ stato un anno duro, affaticato e complicato da tensioni politiche con l’India che sono sfociate in un embargo che ha paralizzato il Paese per 5 mesi. I Nepalesi sono forti, hanno un sorriso ed una risorsa per ogni tragedia ma la situazione, in generale, rimane difficile e delicata.
Nel nostro piccolo tra alti e bassi, cerchiamo di guardare al futuro con nuove prospettive che possano davvero aiutare i nostri ragazzi dell’ostello a crescere come uomini indipendenti e solidi. Parallelamente all’impegno con loro stiamo finanziano la ricostruzione di due casette.

Caricamento materiali per ricostruzione casa Sindhupalchok
Di una ve ne avevamo parlato nel post di novembre . In questi giorni il nostro Taz è 
tornato nel suo villaggio a 3 ore di cammino da Barabishe, distretto di Sindhupalchok, per acquistare i materiali necessari per la costruzione della nuova casetta che ospiterà la madre ed il fratello disabile che si è appena sposato.  Nei prossimi giorni ci manderà foto dei lavori in corso.







La vecchia casa di S.
La seconda struttura, è per S,. un ragazzo di 19 anni del nostro villaggio conosciamo da quando era ragazzino e aveva abbandonato la scuola. Ha una situazione familiare molto difficile, vive da solo nella vecchia casa di famiglia danneggiata dal terremoto e stiamo cercando di dargli una mano, a cominciare da una piccola casetta sicura dove dormire, al riparo dal monsone che arriverà tra un paio di mesi. In questi giorni stanno tagliando il bambù per la costruzione delle pareti. Come per la casa di Taz, vi terremo aggiornati con foto pubblicate sulla nostra pagina Facebook.


Vogliamo chiudere questo post con una delle notizie più belle dell’ anno: è venuto lo spurgo a svuotare la fossa biologica! Gli amici che seguono le nostre avventure, sanno che è un traguardo d’oro!Per chi avesse voglia, ecco una testimonianza di ottobre a riguardo dell’annoso problema!                              E così, un passo alla volta, continuiamo il nostro percorso di lavoro e crescita in un Paese sempre più in bilico tra sfacelo e speranza, cercando di apportare il nostro granello sul piatto della bilancia della speranza.                                                 Un grazie di cuore a tutte le persone che ci sono state vicine in questo anno così difficile, siete tantissimi e sarebbe impossibile ringraziarvi tutti. Siete la nostra forza!                   JAI NEPAL!!