HOME SWEET HOME

HOME SWEET HOME

Ciao amici,
tornare è sempre una festa ed ogni anno il benvenuto è più caloroso ed accogliente. Baci, abbracci ed una lacrimuccia con i nostri ragazzi dell’ostello ed una mitragliata di Namastè e sorrisi dai vicini e dalle didi che, come al solito, hanno riso del mio taglio di capelli. I ragazzi hanno saputo del pranzo di beneficenza che si è tenuto a maggio e sono entusiasti di sapere che sempre più persone supportano Human Traction. Sono dei bimbi e dei ragazzi davvero speciali, degli amici e per alcune cose anche dei maestri. Nessun post potrà mai descriverli abbastanza bene e ci auguriamo che, con il tempo sempre più persone vengano a trovarci per condividere con noi questa grande esperienza.
Claudio con i bimbi
Abbiamo avuto la fortuna di conoscere Claudio, un ragazzo di Piacenza che ha deciso di lasciare un posto sicuro in banca per ascoltare il suo sogno. Zaino in spalla è partito da due mesi per un viaggio di 1000 giorni senza aerei e con il diabete.  Starà con noi per un po’ e ci aiuterà a raccontarvi la vita di HT in Nepal. www.triptherapy.net 

L’anno scorso non abbiamo avuto il tempo (ed i mezzi) per collocare le grondaie, ultimare la pavimentazione esterna e predisporre la stanza che diventerà la computer lab. Il nostro sempre indispensabile Giona è tornato per 15 giorni e  sta lavorando in tempi record. Il progetto ostello sarà presto completato al 100%.
Abbiamo tanti progetti e tanto lavoro da fare. vai alla pagina progetti sul sito 
Il vostro supporto morale ed economico è fondamentale per il nostro successo. Continuate a scriverci, a darci i vostri consigli, condividere le vostre conoscenze e ricordate che anche la donazione più piccola per noi è molto importante. Per esempio un gruppo di 10 amici in una serata di aperitivi decide di pagare una bevuta a testa ad HT. Ecco fatta una bella donazione di 50 euro senza pesare sulle tasche di nessuno!
A presto e un abbraccio da tutti noi.